News

Una maratona rende giovani e fa tornare giovani le arterie di 4 anni

Una maratona rende giovani e fa tornare giovani le arterie di 4 anni

13 Maggio 2019

Allenarsi per sei mesi per correre una maratona può ringiovanire le arterie, a partire dall'aorta, di ben 4 anni: lo rivela uno studio su atleti che si sono allenati per la loro prima maratona. I benefici maggiori si riscontrano a vantaggio degli 'aspiranti maratoneti' più anziani e dei più lenti.

È emerso, ha spiegato Bhuva, che "gli atleti novizi che si sono allenati per sei mesi ed hanno completato la loro prima maratona presentavano un ringiovanimento di 4 anni delle loro arterie e una riduzione di pressione del sangue di 4 unità. Questo quadro è comparabile con l'effetto di terapie farmacologiche e, se mantenuto nel tempo si traduce in una riduzione del 10% del rischio di ictus per tutta la vita". Non serve essere dei grandi atleti per mantenere i vasi sanguigni giovani, ha sottolineato Bhuva: i maratoneti più anziani e quelli con performance peggiori alla gara sono proprio coloro che hanno mostrato i benefici maggiori sull'età e sulla salute dei vasi sanguigni.(ANSA).

Tutto su http://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/stili_di_vita/2019/05/03/allenarsi-per-una-maratona-ringiovanisce-le-arterie-di-4anni_52e92928-b6cb-4fa8-a898-a3002a922efc.html

L’avocado, un ottimo sostituto dei carboidrati, riduce la fame e a il peso

L’avocado, un ottimo sostituto dei carboidrati, riduce la fame e a il peso

09 Maggio 2019

L'avocado fresco è un ottimo sostituto dei carboidrati raffinati. Questo blocca la fame e aumenta la soddisfazione dei pasti soprattutto agli adulti sovrappeso. La Center for Nutrition Research dell'Illinois Institute of Technology ha testato e pubblicato questa ricerca sulla rivista scientifica Nutrients.

Dopo aver analizzato 31 adulti con in sovrappeso che invece di fargli mangiare carboidrati, hanno solo mangiato verdura fresca!L'insulina e glicemia sono stati notevolmente ridotti e abbassato i loro picchi riducendo ulteriormente il rischio di diabete e malattie cardiovascolari. Introducendo grassi e fibre sane a una dieta quotidiana regolare.

La ricerca ha scoperto che l'avocado han provocato una riduzione significativa della fame e i partecipanti si sentivano soddisfatti del loro pasto. A volte basta un semplice buon frutto per cambiare il proprio peso e essere pronti alla prova costume!

La noia ti fa usare lo smartphone in modo compulsivo

La noia ti fa usare lo smartphone in modo compulsivo

06 Maggio 2019

Momenti vuoti in attesa di qualcosa e compiti seccanti: ecco quali sono i fattori che scatenano l'uso compulsivo dello smartphone. in parole povere, scatta quella molla di non voler avere tempi vuoti. I ricercatori dell'Università di Washington hanno capito che sono quele le occasioni che spingono le persone a rimanere ai cellulari e guardarlo più volte, minuto dopo minuto. Chi ha preso parte alla ricerca dell'università, hanno potuto constatare quattro momenti identitici nell'uso compulsivo: in attesa di qualcuno, prima o durante compiti ripetitivi, in momenti imbarazzanti o quando pensano di aver ricevuto un messaggio o una notifica. Sono nei momenti comuni alla vita di tutti i giorni.

Gli studiosi, però, hanno anche individuato quali sono le occasioni che fanno interrompere l'uso compulsivo del telefono. Infatti quando arriva una richiesta da parte del mondo reale e quando si rendono conto che sono stati molto al telefono o vedendo contenuti che avevano già visto. Il team è rimasto sorpreso nel constatare che i fattori scatenanti erano gli stessi in tutti i gruppi di età, sia per i più giovani sia per i meno (hanno partecipato allo studio 39 persone dai 14 ai 64 anni). I risultati sono stati presentati il 7 maggio alla conferenza Acm Chi del 2019 su Human Factors in Computing Systems a Glasgow, in Scozia.

Heinz Beck,segreto della dieta è non viverla come privazione

Heinz Beck,segreto della dieta è non viverla come privazione

02 Maggio 2019

"Non vederla come una privazione" ecco il segreto per affrontare bene una dieta! "concentrarci non su ciò che non possiamo mettere in tavola ma su tutto quello che possiamo utilizzare". Questo il giusto approccio all'alimentazione secondo Heinz Beck, chef tristellato, intervenuto stamani alla presentazione del libro "Diabete & Alimentazione", di Antonio Ceriello e Gabriele Riccardi (Edizioni EDIMES, 2019) in cui le sue ricette sono affiancate a numeri e consigli utili per affrontare la malattia.

"Dedicare mezzora in meno a internet e dirottarlo al mangiare bene - spiega - è una cosa che possono fare tutti, o quasi. Serve certamente creatività per associare i cibi fra loro e per suscitare emozioni. Senza dimenticare l'importanza del colore. Dal rosa all'arancio, dal viola al giallo: le portate multicolore sono un piacere per gli occhi e fanno bene alla salute, perché cibi con diversi colori hanno proprietà nutrizionali diverse"..

(Fonte Ansa)

Musica per il buon umore!

Musica per il buon umore!

23 Aprile 2019

La mattina non si riesce sempre a svegliarsi con il piede giusto, e la luna un pò storta. Ebbene la nostra sveglia è uno dei motivi per cui il nostro risveglio a volte è un pò pesante e svogliato

Si crea una sensazione di stordimento e disorientamento all'inizio delle prime ore, e porta parecchia confusione. Questo compromette l'alzarsi dal letto che comunemente viene chiamato "inerzia del sonno" e deriva anche da microincidenti sia casalinghi o di vario tipo. Sono stati studiati 50 casi dove le persone si fossero svegliate ogni mattina nella loro casa e quali che si sono svegliati ascoltando musica melodica hanno riscontrato minor inerzia del sonno che invece con un segnale acustico decisamente poco piacevole.

Secondo dei ricercatori, usare musica melodica aiuta il meccanismo delle funzioni sinattiche a svegliarsi in modo leggero e senza problemi. La musica classica, con brani come Per Elisa di Beethoven e le Quattro Stagioni di Vivaldi eliminano quasi del tutto l'inerzia del sonno in coloro che hanno preso parte allo studio. Si ritiene anche che si potrebbe utilizzare nuovi tipi di sveglie, così da capire e svegliare in minor tempo il cervello e diminuire l'intontimento della persona!

Le creme anticellulite

Le creme anticellulite

16 Aprile 2019

Una crema anticellulite è fondamentale per dire addio alla odiatissima pelle a buccia d’arancia e, più in generale, a tutti gli inestetismi che possono compromettere l’aspetto dei glutei e delle gambe.

Per iniziare diciamo che un prodotto cosmetico da solo non può essere sufficiente a eliminare in maniera completa il problema, vbisogna cneh abbinare la sua applicazione a un regime alimentare equilibrato e a del regolare esercizio fisico.

Ci sono vari tipi di creme

- Le creme che defaticano le gambe

- Le creme con i massaggiatori inclusi

Ci son o anche varie fasi di cellulite:

  • FASE EDEMATOSA: caratterizzata da una ritenzione di liquidi (edema). Le parti del corpo maggiormente colpite sono caviglie, polpacci, cosce e braccia.
  • FASE FIBROSA: caratterizzata da una crescita accentuata del tessuto connettivo, che indurisce il tessuto adiposo. Si formano i classici noduli alla base della cosiddetta pelle a buccia d'arancia.
  • FASE SCLEROTICA: i noduli neoformati si ingrossano o se ne formano di più grandi. La superficie cutanea diviene fredda e dolorosa.

La cellulite NON è UNA PATOLOGIA MA UN INESTETISMO.Le formulazioni per il trattamento della cellulite non risolvono completamente il problema, ma lo attenuano o intervengono sugli inestetismi ad esso correlati.

Come si fanno a trovare o scegliere le crema anticellulite.

In sintesi, per avere la certezza di trovare la crema anticellulite più adatta alle proprie esigenze occorre definire in anticipo quali obiettivi si è intenzionate a raggiungere, anche in funzione delle caratteristiche del proprio corpo: si ha bisogno di un effetto drenante o si ha la necessità di favorire una circolazione migliore?

Uno stile di vita sedentario e uno stile alimentare non appropriato contribuiscono a peggiorare il problema: ecco perché sarebbe opportuno modificarli!

La dieta dopo Pasqua: cosa mangiare

La dieta dopo Pasqua: cosa mangiare

16 Aprile 2019

Dopo gli stravizi, occorre portare in tavola alimenti drenanti e poco calorici e recuperare leggerezza a partire da una beauty routine snellente. Obiettivo: rimodellare i punti critici e tornare in forma

C'è un metodo per cercare di non ingrassare durante le feste di Pasqua? Poichè sicuramente mangeremo molti dolci e molti cibi proteici e calorici, il consiglio è di cercare di limitare le quantità! Una volta terminato il pranzo, cercate di evitare assolutamente di mangiare ancora durante la giornata dei piatti complessi. Molti italiani si ritroveranno con due o tre chili in più dopo le feste: ma basta e fortuna vuole, un pò di forza di volonta rimettersi a regime per tornare in forma in poco tempo.

Concedersi semplici passeggiate per digerire dopo gli stravizi. Per correre ai riparti e rischiare di avere quei chili di troppo per molto tempo è meglio agire subito con una classica “dieta di compenso” di un paio di giorni circa.

Allergia acari

Allergia acari

12 Aprile 2019

L'allergia agli acari è una reazione che viene innescata da sistema immunitario alla presenza dei cosiddetti acari della polvere.

Artropodi di piccole dimensioni, presenti nelle case, si nutrono di desquamazioni animali e umane. Aumentano nei microclimi umidi e caldi, come la maggior parte delle abitazioni moderne. È un'allergia pienamente diffusa al mondo e casuano disturbi in qualunque stagione dell’anno. Molto in particolare d'estate.

I sintomi tipici sono:

  • arrossamento degli occhi
  • gonfiore degli occhi
  • disturbi di carattere respiratorio
  • asma
  • rinite

In fase acuta invece si può avere a che fare anche con:

  • lacrimazione intensa
  • sensazione di debolezza
  • fastidio alla luce
  • stati di ansia
  • malessere generale

Non è detto che i sintomi compaiano tutti nello stesso momento: può accadere anche che si palesino in fasi diverse. La forma più comune sono l’infiammazione delle vie nasali, in particolare, una sensazione di prurito alla gola, al palato o al naso, per poi passare alle più sgredevoli come congiuntivite, con gli occhi che si arrossano, si gonfiano, iniziano a lacrimare e danno origine a un costante prurito a causa dell’irritazione.

A volte come conseguenza dell’allergia, e nello specifico delle difficoltà di respirazione. Accade che si soffra di disturbi del sonno, magari indotti dalla dispnea, dalla tosse o dalla mancanza di respiro. Le difficoltà di respirazione, oltre che nel sonno, si possono presentare anche nel momento in cui ci si sottopone a uno sforzo fisico.

Non è possibile rimuovere del tutto gli acari dal contesto domestico, infatti sotto la supervisione di un medico, ci si può affidare a specifici farmaci, come per esempio dei corticosteroidi locali, sotto forma di spray nasali, che permettono di limitare i sintomi connessi allo stato infiammatorio.

Per l’allergia agli acari esiste anche un vaccino, che – per essere più precisi – consiste in un trattamento di desensibilizzazione rispetto all’allergene.

Per la diagnosi dell’allergia si può ricorrere a test cutanei come il Prick Test, che permette di individuare l’allergene. Anche le analisi del sangue possono essere chiamate in causa a questo scopo, con riferimento al RAST test.

Instagram e i problemi di droga!

Instagram e i problemi di droga!

08 Aprile 2019

Si, sul social network più famoso, che ora fa impazzire grandi e piccini, Instagram, purtroppo si spaccia facilmente...ed ora è possibile acquistare marijuana, MDMA, cocaina, Xanax e altro ancora nel giro di cinque minuti.
Ordini da un pusher, che puoi seguire tramite l'hashtag #weed4sale,il quale non maschera neppure la sua identità, tutto quello che vuoi.
Sul sito DrugBase c'è stata un'indagine del 2013 che evidenziava il fatto che su 50 account scovati, almeno il 34% non provava nemmeno a nascondersi.
Ad oggi tutti gli hashtag che iniziano con "weed" (ovver erba) o "drugs" (non lo traduco nemmeno) sono ben sorvegliati da mamma Instagram, che sa bene che alcune sostanze sono legali , per esempio la cannabis, a basso livello di THC (come la CbWeed , o CBD o Cannabis Light ) .
Anche un'indagine della BBC ha rivelato e svelato una serie di traffici illeciti portati avanti da alcuni utenti.
Dopo la pubblicazione dell'inchiesta, il popolare servizio di condivisione è dovuto intervenire bloccando alcuni hashtag usati dagli spacciatori, i cui erano in vendita ecstasy, marijuana e vari farmaci, soggetti a prescrizione medica.
La maggior parte dei casi individuati dalla Bbc riguarda vendite avvenute negli Stati Uniti, tra utenti che si celano dietro profili anonimi.
Insieme alle sostanze pubblicizzate, la cui vendita è legale, come la cannabis a basso livello di thc, sono venduti farmaci per i quali servirebbe la prescrizione medica come il Roxicodone e lo Xanax.
Desideriamo condividere queste informazioni, non per osteggiate Instagram, che diffonde notizie di norma veritiere, ma per portare l’attenzione all’utilizzo che si fa di tali notizie.
Quindi prima di fidarsi di mezzi di comunicazione non convenzionali vi invitiamo a passare sempre in farmacia , per ricevere notizie certe e sicure, da professionisti di cui ti puoi fidare!
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
I cookie sono piccoli file di testo che possono essere utilizzati dai siti web per rendere più efficiente l'esperienza per l'utente.

La legge afferma che possiamo memorizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie ci serve il tuo permesso.

Questo sito utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posti da servizi di terzi che compaiono sulle nostre pagine.

I cookie necessari aiutano a contribuire a rendere fruibile un sito web abilitando le funzioni di base come la navigazione della pagina e l'accesso alle aree protette del sito. Il sito web non può funzionare correttamente senza questi cookie.
I cookie per le preferenze consentono a un sito web di ricordare le informazioni che influenzano il modo in cui il sito si comporta o si presenta, come la lingua preferita o la regione che ti trovi
I cookie statistici aiutano i proprietari del sito web a capire come i visitatori interagiscono con i siti raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima.
I cookie per il marketing vengono utilizzati per monitorare i visitatori nei siti web. L'intento è quello di visualizzare annunci pertinenti e coinvolgenti per il singolo utente e quindi quelli di maggior valore per gli editori e gli inserzionisti terzi.
I cookie non classificati sono i cookie che sono in fase di classificazione, insieme ai fornitori di cookie individuali.